RespiVirNet - Sorveglianza integrata dei virus respiratori

Istituto Superiore di Sanità
Rapporto settimanale

Aggiornamento del 16 febbraio 2024

Settimana 2024-06 (dal 5 al 11 febbraio 2024)

  • Nella sesta settimana del 2024 diminuisce ancora l’incidenza delle sindromi simil-influenzali (ILI) che si colloca nella fascia di bassa entità con un valore pari a 8,1 casi per mille assistiti (8,7 nella settimana precedente).
  • L’incidenza è in diminuzione in tutte le fasce di età. Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età con un livello di incidenza di 25,9 casi per mille assistiti (28,0 nella settimana precedente).
  • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-05).
  • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne Basilicata e Molise che tornano al livello di base.
  • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.
  • Durante la settimana 6/2024, la percentuale dei campioni risultati positivi all’influenza sul totale dei campioni analizzati risulta pari al 10,3%, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (13%).
  • Tra i virus influenzali, quelli di tipo A risultano largamente prevalenti (97,7%) rispetto ai virus di tipo B e appartengono per la maggior parte al sottotipo H1N1pdm09.
  • Tra i campioni analizzati, 386 (13,1%) sono risultati positivi per RSV, 62 (2,1%) per SARS-CoV-2 e i rimanenti 295 sono risultati positivi per altri virus respiratori, di cui: 133 Rhinovirus, 55 Coronavirus umani diversi da SARS-CoV-2, 42 Metapneumovirus, 31 Adenovirus, 17 Bocavirus e 17 virus Parainfluenzali.
  • La co-circolazione di diversi virus respiratori contribuisce a determinare il valore di incidenza delle sindromi simil-influenzali (ILI) registrato nella settimana 6 (8,08 casi per mille assistiti, come riportato nel Rapporto epidemiologico RespiVirNet del 16/02/2024), tra cui prevalgono i virus influenzali, RSV, SARS-CoV-2 e Rhinovirus.
  • In questo rapporto, viene incluso un aggiornamento sui risultati delle analisi filogenetiche condotte sul gene codificante l’emagglutinina (HA) di virus influenzali A(H1N1)pdm09 circolanti in Italia nella stagione in corso.

Maggiori dettagli nei Rapporti ...

Si sottolinea che in ogni rapporto settimanale viene resa disponibile l'incidenza delle sindromi simil-influenzali della settimana di riferimento ma anche gli aggiornamenti dell'incidenza di tutte le settimane precedenti. L'aggiornamento è necessario per tenere conto della quota costante di dati che arriva successivamente alla pubblicazione del Rapporto Settimanale. Il ritardo di notifica comporta, ogni settimana, un lieve aggiornamento della stima dell'incidenza delle ultime settimane, normalmente di qualche punto decimale.